EVENTI

Social Business Forum
Ideato e lanciato da OpenKnowledge nel 2008, il Social Business Forum è diventato l’evento di riferimento italiano e internazionale sui temi dell’employee experience, del customer engagagement e della trasformazione digitale. In ciascuna edizione abbiamo ospitato noti speaker da tutto il mondo che si sono confrontati su un ampio spettro di argomenti di frontiera. Nel 2019 abbiamo festeggiato la decima edizione.
Il Social Business Forum tornerà nel 2022.
Stay tuned.

Xperience Obsession

11 Aprile 2019

La X accanto al titolo sta per 10 – il decimo anniversario del Forum – e per esperienza, un argomento cruciale, comune denominatore delle quattro aree di discussione: employee experience, learning experience, space experience e augmented experience.

Alcuni dei partecipanti di questa edizione: Barbara Cominelli, Ernesto Ciorra, Roberto Battaglia, Andrea Berton, Alessandra Cappello, Chiara Burberi, Mauro Spicci, Davide Fregonese, Ivan Ortenzi, Vittorio Ratto, Emilia Rio, Gino Garbellini, Bruno Pellegrinelli, Maria Serena Porcari, Brian Solis.

The Platfirm Age

2016

Il passaggio lessicale è stato progettato da noi per evidenziare la formidabile rilevanza acquisita dalle nuove piattaforme digitali e la profonda trasformazione organizzativa da “firm” a “platfirm”.

Special Guest è stato Sangeet Paul Choudary, uno dei coautori del best seller Platform Revolution. Ma anche Scott Brinker, autore di Hacking Marketing, e Barbara Cominelli (allora in Vodafone e ora in Microsoft), che ha dedicato il suo intervento alla concezione della dimensione fisica dell’esperienza.

The Platfirm Age è anche il nome del supplemento di Harvard Business Review Italy pubblicato durante il forum.

Embrace Digital Disruption

2015

La tesi alla base di questa edizione è che la rivoluzione digitale sia inevitabile, piena di rischi ma anche di opportunità, da abbracciare senza esitazione.

I temi trattati: openness in leadership, ubiquitous marketing, reality data mining, next-gen digital workplace training & support, augmented storytelling, collaborative economies, social cloud computing.

Gli autori che li hanno discussi sono in prima linea anche nel dibattito attuale: Frederic Laloux, autore di Reinventing Organizations; Vijayanta Gupta, responsabile della strategia di settore presso Adobe; Michel Claassens, responsabile del marketing digitale di Philips. E ancora personaggi come Sandy Carter, Samee Patel, Ray Wang, Bill Johnston, Laurence Lock Lee, e molti altri.

Be Social, Get Value!

2014

Era giunto il tempo di dare concretezza alla trasformazione digitale.

Per esprimere a pieno questo passaggio abbiamo chiamato diversi ospiti di grande importanza. Michael Brito, autore di “Your Brand: the Next Media Company”, Lee Briant che ha mostrato come le organizzazioni possono sfruttare le social technologies, Ray Wang ed Esteban Kolsky che hanno parlato del cambio di ruolo del Chief Digital Officer. E Maria Cristina Ferradini, autrice di Umano digitale, che ha affrontato i problemi legati alla trasformazione culturale che il digitale implica. A conclusione, un emozionante intervento di Dave Carroll, il famoso autore del video e della canzone United Breaks Guitars.

Anche in questo caso, un altro supplemento al Harvard Business Review Italia, denominato #Social&Digital Transformation ha accompagnato l’evento.

Social Business Forum

2013

Tra i tanti interventi di respiro internazionale di questa edizione ne vanno citati almeno tre: Jacob Morgan, autore di The Future of Work, un testo di riferimento per capire come cambia il lavoro nell’impresa sociale.

Sandy Carter, allora vicepresidente di IBM e oggi vicepresidente di Amazon Web Services, che ha trattato in modo esemplare il tema della collaborazione aziendale. E Bret King, il massimo esperto statunitense di tematiche Banking 3.0, che ha spiegato la formidabile evoluzione in atto nel mondo dei sistemi bancari e di pagamento.

Abbiamo inoltre prodotto un altro supplemento di Harvard Business Review: il Social Business Toolkit.

Social Business Forum

2012

Nel 2012 abbiamo fatto un vero salto di qualità. L’universo digitale stava vivendo un momento di euforia e fermento. Questo ci ha portato a osare, sviluppando la nostra interpretazione della straordinaria trasformazione in atto, e a entrare in contatto con relatori internazionali di altissimo livello.

Così è nato il Social Business Manifesto, pubblicato anche come allegato di Harvard Business Review.

Tra i relatori di spicco: Steve Denning, autore di The Leaders’ Guide to Radical Management; Frank Eliason, autore di @Your Service; John Hagel, uno dei leader nel pensiero del social business; e Ray Wang, esperto californiano di tecnologie sociali il cui blog ha un seguito di 10 milioni di pagine visualizzate all’anno.

Social Business Forum

2011

Nel dibattito internazionale l’espressione social business era diventata il modo condiviso (ma ancora poco percepito in Italia) per richiamare le tante sfaccettature delle nuove pratiche collaborative aziendali.

Abbiamo affrontato temi come l’employee empowerment, il customer engagement e l’open innovativon con il contributo di esperti del calibro di Sameer Patel, direttore generale di SAP, e Bill Johnston, direttore della comunità globale di Dell. Oltre a compagni di viaggio che in quella fase erano entrati in un dibattito continuo con OpenKnowledge, come Luis Suarez, George Siemens, Esteban Kolsky.

Enterprise 2.0

2010

Innovazione, social network, modelli di leadership emergenti, modelli partecipativi, banking 2.0. Anche per la terza edizione a dibattere su questi temi sono stati chiamati esperti italiani e internazionali: da Alfonso Fuggetta a Massimo Pettiti, da Normal Lewis a Esteban Kolsky. Sono stati inoltre presentati una serie di casi aziendali di grande interesse, come quelli di IBM, Intel, Dassault Systèmes, Citroen, Telecom, Barilla.

Enterprise 2.0

2009

Durante la seconda edizione abbiamo parlato di come i nuovi paradigmi collaborativi legati alle reti digitali potessero impattare su risorse umane, ricerca e sviluppo, marketing e vendite. Un tema rilevante è stato inoltre quello delle cosiddette “communities of practice”. Anche in questo caso, abbiamo avuto importanti keynote speaker, come George Siemens dell’Università di Manitoba (Canada), Ross Mayfield di SocialText e Luis Suarez.

Enterprise 2.0

2008

Fin dalla prima edizione abbiamo invitato esperti di alto livello per toccare temi d’avanguardia per il periodo, tra cui: modelli collaborativi, social network, tagging, crowdsourcing, social learning, mercati di previsione.

Tra questi, Thomas Van der Wal, esperto internazionale e inventore del termine “Folksonomy”, che ha spiegato le dinamiche del social tagging; Luis Suarez, noto blogger ed evangelista del social computing presso IBM, che ha annunciato che la posta elettronica era obsoleta e doveva essere sostituita da nuove forme di comunicazione e scambio nelle reti; Laurence Lock Lee che parlava già di Organizational Network Analysis e dell’organizzazione come organismo vivente.